schermata-2019-05-02-alle-10-58-31

Nazionale Femminile: parte da Coverciano l’avventura Mondiale

 

dalla redazione

 

Poco meno di 1000 chilometri dividono Coverciano da Valenciennes, 40 giorni separano invece la Nazionale Femminile dal match d’esordio nel Mondiale con l’Australia che si disputerà il prossimo 9 giugno allo ‘Stade du Hainaut’ di Valenciennes. Vent’anni dopo l’ultima partecipazione alla fase finale della Coppa del Mondo, l’Italia si ritroverà da domenica 5 a venerdì 10 maggio al Centro Tecnico Federale per iniziare a preparare la spedizione francese. Al termine di una stagione intensa e caratterizzata da una corsa scudetto decisa solo in volata, con la Juventus a tagliare per prima il traguardo dopo un’entusiasmante testa a testa con Fiorentina e Milan, le Azzurre avranno un mese abbondante di tempo per ricaricare le batterie e farsi trovare pronte all’appuntamento più importante dell’anno. Un Mondiale conquistato con carattere e caparbietà, attraverso bel gioco e continuità di risultati e grazie alla guida sapiente di Milena Bertolini, Ct di un’Italia capace di collezionare sette vittorie su otto gare nel girone di qualificazione e di contribuire successo dopo successo alla crescita esponenziale di tutto il movimento femminile. Sono 26 le Azzurre convocate per la prima fase del raduno, con le calciatrici di Juventus e Fiorentina, impegnate domenica scorsa a Parma nella finale di Coppa Italia, che si aggregheranno al gruppo mercoledì 8 maggio: uniche eccezioni la centrocampista bianconera Martina Rosucci e il portiere della Fiorentina Francesca Durante, che raggiungeranno Coverciano già nella serata di domenica. Venerdì 10 maggio, dopo un test in famiglia con la Nazionale Under 23 Femminile, Milena Bertolini diramerà le convocazioni per la seconda settimana di raduno a Coverciano (12-17 maggio).

L’elenco delle convocate

Portieri: Francesca Durante (Fiorentina Women’s), *Laura Giuliani (Juventus), Chiara Marchitelli (Florentia), Rosalia Pipitone (AS Roma);
Difensori: Elisa Bartoli (AS Roma), *Lisa Boattin (Juventus),  Laura Fusetti (Milan), *Sara Gama (Juventus), *Alia Guagni (Fiorentina Women’s), Linda Cimini Tucceri (Milan), *Valery Vigilucci (Fiorentina Women’s);

Centrocampiste: *Greta Adami (Fiorentina Women’s), Lisa Alborghetti (Milan), Valentina Bergamaschi (Milan), *Barbara Bonansea (Juventus), *Valentina Cernoia (Juventus), *Aurora Galli (Juventus), Manuela Giugliano (Milan), *Alice Parisi (Fiorentina Women’s), Martina Rosucci (Juventus), Annamaria Serturini (AS Roma);
Attaccanti: *Cristiana Girelli (Juventus), Valentina Giacinti (Milan), *Ilaria Mauro (Fiorentina Women’s), Daniela Sabatino (Milan), Stefania Tarenzi (Chievo Verona).

*raggiungeranno il ritiro nella serata di mercoledì 8 maggio

Staff – Commissario tecnico: Milena Bertolini; Dirigente accompagnatore: Elide Martini; Segretario: Alessandra Savini Nicci; Assistenti allenatore: Attilio Sorbi e Federica D’Astolfo; Preparatori atletici: Stefano D’Ottavio e Francesco Perondi; Preparatore dei portieri: Cristiano Viotti; Match analyst: Marco Mannucci; Medici: Matteo Guzzini e Salvatore Caruso; Fisioterapisti: Maurizio D’Angelo e Daniele Frosoni; Nutrizionista: Natale Gentile.

schermata-2019-05-02-alle-10-52-26

Trapani: via il diesse Rubino

 

di Maurizio Elviretti

 

Il Trapani ha annunciato la separazione dal proprio direttore sportivo Raffaele Rubino. Ecco il comunicato: ”La Società Trapani Calcio comunica che in data odierna Raffaele Rubino è stato sollevato dall’incarico di direttore sportivo. La Società ringrazia Raffaele Rubino per l’impegno profuso, augurandogli le migliori fortune personali e professionali. Nelle prossime ore sarà comunicato il nome del nuovo direttore sportivo”.

schermata-2019-05-02-alle-10-47-10

Viterbese: panchina a Rigoli

 

di Maurizio Elviretti

 

Pino Rigoli è il nuovo allenatore della Viterbese. Il tecnico ex Sicula Leonzio ha vinto il ballottaggio con Davide Dionigi e già questa mattina ha diretto il primo allenamento a Grotte di Castro. La seduta, che si è svolta sotto gli occhi del presidente Piero Camilli e del direttore generale Diego Foresti, è servita per prendere confidenza con il gruppo, di ritorno dopo la trasferta di Catanzaro. Rigoli avrà il compito di calmare le acque nel suo nuovo spogliatoio, in vista della finale di Coppa Italia contro il Monza.

schermata-2019-04-29-alle-10-41-14

Sangiovannese: esonerato Buso

 

di Maurizio Elviretti

 

La notizia era nell’aria già dal tardo pomeriggio di ieri, poi attorno alle 20.30 l’ufficialità: Renato Buso è non più l’allenatore della Sangiovannese. Sulla decisone hanno pesato i brutti risultati arrivati ultimamente, fino alla sconfitta di ieri in casa per 1-3 con il San Gimignano, ciò unito a un gioco in involuzione  e troppo spesso non sufficientemente incisivo. Subito dopo la sconfitta coi senesi, il consiglio direttivo del Marzocco si è riunito e alla fine ha deciso per l’esonero del tecnico. La squadra è stata affidata a Simone Calori, il giocatore più esperto in forza alla Sangiovannese e sarà lui in questa settimana a guidare gli allenamenti e sedere in panchina domenica nella difficile gara in casa del Ponsacco in lotta con la Pianese per la vittoria del campionato.

 

schermata-2019-04-29-alle-10-34-14

L’Arzignano Valchiampo fa festa: è Serie C

 

di Maurizio Elviretti

 

L’Arzignano Valchiampo è promosso in Serie C. La squadra allenata da mister Di Donato batte l’Este e, complice l’inatteso ko del Feltre, saluta la storica promozione tra i professionisti con una giornata di anticipo. L’attuale Arzignano, club rappresentante di una cittadina di 25000 abitanti circa, è una società relativamente giovane: nata nel 2011 dalla fusione tra il Garcia Moreno Arzignano e il Chiampo. Nel 2013 e 2014, doppia ascesa: dalla Promozione alla Serie D. Inizialmente la società aveva assunto la denominazione di Arzichiampo, quindi, due anni fa, quella di Arzignano Valchiampo. Nell’ambito sportivo Arzignano è famosa soprattutto per la propria formazione di calcio a 5, protagonista qualche anno fa nel massimo campionato italiano con due scudetti conquistati (2004 e 2006). Oggi, anche il calcio si sta ritagliando una fetta di gloria sempre più corposa.

 

 

schermata-2019-04-29-alle-10-30-04

Coppa Italia Femminile: Juventus pigliatutto

 

dalla redazione

 

La Juventus di Rita Guarino conquista la sua prima finale di Coppa Italia e si prende il secondo titolo stagionale. Le bianconere, grazie al 2-1 sulla Fiorentina nel match del Tardini di Parma, si prendono la rivincita dopo la sconfitta con le viola in Supercoppa lo scorso ottobre e mettono il sigillo su un’annata di grandi risultati. Niente tripletta per la squadra di Cincotta invece, che ha vinto le due edizioni precedenti del torneo e ha chiuso il campionato di Serie A ad un solo punto di distanza dalle juventine. Nella sfida delle 12.30 il primo tempo si conclude con il doppio vantaggio di Gama e compagne, che segnano in avvio di gara con il colpo di testa di Ekroth e arrotondano alla mezz’ora con un meraviglioso sinistro dalla distanza di Cernoia. Nella ripresa cresce la Fiorentina, che dopo l’ingresso di Clelland aumenta il pressing nella metà campo avversaria e accorcia le distanze a un quarto d’ora dalla fine con il colpo di testa vincente di Bonetti. Alle toscane non basta però: la partita si conclude 2-1 per l’undici di Rita Guarino, che dopo lo Scudetto fa sua anche la Coppa Italia. “Complimenti alla Juventus per la vittoria della Coppa Italia e a tutte due le squadre artefici di una stagione straordinaria – dichiara il presidente della FIGC Gabriele Gravina -; il successo di questa finale conferma come il calcio femminile sia finalmente una realtà nel nostro Paese. Come Federazione ci abbiamo creduto, ci crediamo e siamo consapevoli che ci sia ancora molto da lavorare. Lo faremo con grande entusiasmo insieme alle società, alle calciatrici e ai media, che stanno dando ampia risonanza alle emozioni e allo spettacolo di un movimento così straordinario. La strada è quella giusta, dobbiamo proseguire lavorando con i grandi Club, ma anche incentivando il tesseramento delle giovanissime a livello dilettantistico”.

schermata-2019-04-29-alle-10-27-22

Villafranca Veronese: esonerato Facci

 

di Maurizio Elviretti

 

Il Villafranca Veronese cambia: via il tecnico Alberto Facci, sollevato dall’incarico di allenatore della Prima Squadra. Fatale, per Facci, il pareggio per 1-1 in trasferta con il Pontisola, formazione ormai praticamente salva. La conduzione tecnica della squadra è stata affidata a Giorgio Adami già vice allenatore. Per Adami il tempo per lavorare non è molto: domenica 5 maggio c’è il big match contro il Mantova.

 

D5Qtl7AW0AAn4KM

Pordenone ce l’hai fatta. E’ Serie B!

 

di Maurizio Elviretti

 

Dopo diversi anni di tentativi, il Pordenone ce l’ha fatta: i ramarri neroverdi salgono per la prima volta nella loro storia in serie B, con la promozione che diventa matematica dopo il 3-1 ottenuto in casa sulla Giana Erminio. Nelle ultime stagioni la squadra friulana era stata una delle migliori realtà della terza divisione italiana, facendo parlare di sé per i buoni risultati ottenuti: nel 2017, per esempio, raggiunse gli ottavi di finale di Coppa Italia, che perse contro l’Inter ai calci di rigore dopo aver sfiorato la vittoria. È la seconda squadra ad aver ottenuto la promozione matematica in Serie B dopo la Juve Stabia, vincitrice del Girone C.

 

 

schermata-2019-04-23-alle-12-18-04

Campobasso: annullata la penalizzazione

 

di Maurizio Elviretti

 

Ancora una volta i legali del Campobasso si fanno valere e ribaltano la sentenza di primo grado. Proprio ieri, intorno alle 18.30, è arrivata la sentenza della Corte federale d’appello che doveva esprimersi in merito al punto di penalizzazione comminato alla società rossoblù per il caso Loperfido. Ebbene, il punto è stato restituito e la sanzione è stata commutata in mille euro di ammenda. Adesso ripescaggio possibile.

schermata-2019-04-23-alle-12-12-50

Bari in festa: è Serie C

 

di Maurizio Elviretti

 

Il Bari, dopo la vittoria 1-0 in casa del Troina firmata dal rigore di Simeri, è matematicamente promosso in Serie C con due giornate di anticipo. Con questo successo i galletti si rendono irraggiungibili per chiunque e blindano il primo posto in classifica del girone I con undici punti di vantaggio sulla Turris seconda, frutto di un ruolino di marcia perentorio: 23 vittorie, 6 pareggi e 3 sole sconfitte. Per la squadra del patron De Laurentiis l’esilio dal calcio professionistico è durato una sola stagione, con un campionato di Serie D condotto in testa dall’inizio alla fine, a soli nove mesi di distanza dal fallimento della vecchia società targata Giancaspro.