schermata-2018-05-18-alle-16-27-51

Serie D: domani la finale di Coppa, domenica le gare della Post Season

 

dalla redazione

 

90 minuti più eventuali rigori per scrivere la storia: San Donato Tavarnelle e Campodarsego si contenderanno domani la Coppa Italia Serie D nella finale al CFF FIGC-LND “Gino Bozzi” di Firenze, trofeo che finora nessuna delle due squadre ha mai vinto. Calcio d’inizio alle ore 16.30. Entra nella fase decisiva la Post Season Serie D: dopo la salvezza già ottenuta dall’Oltrepovoghera (che ha condannato il Varese in Eccellenza), domani alle ore 16 ripartono i Playout con l’anticipo del girone H San Severo-Frattese, tutte le altre partite si disputeranno domenica 20 maggio. Nella stessa giornata si affronteranno le vincitrici del campionato nella 2^ giornata dei triangolari della Poule Scudetto e le squadre impegnate nei Playoff. In quest’ultimo caso andranno in scena per la maggior parte le finali di girone, mentre si recupereranno le semifinali Imolese-Sangiovannese (la vincente affronterà il Forlì tra una settimana) e Troina-Igea Virtus (la vincente affronterà il l’Ercolanese tra una settimana). Rinviata al 26 maggio Campodarsego-Arzignano Valchiampo per l’impegno in Coppa Italia del club biancorosso. Domani alle ore 16 in campo anche sei squadre nella Fase Finale del campionato Juniores Serie D. Si gioca la 2^ giornata dei triangolari, che si chiuderanno mercoledì prossimo insieme al ritorno degli abbinamenti. Le cinque vincenti dei 3 triangolari e dei 2 abbinamenti affronteranno agli ottavi (andata 30 maggio, ritorno 2 giugno) le 11 società classificate al primo posto nei singoli gironi di appartenenza al campionato Nazionale Juniores.

schermata-2018-05-18-alle-16-22-23

Assemblea FIGC: presentata richiesta convocazione

 

dalla redazione

 

Oggi è stata consegnata in F.I.G.C. la richiesta di convocazione dell’Assemblea Elettiva Straordinaria, sottoscritta dai Delegati Assembleari con diritto di voto in rappresentanza di Lega Pro, LND, AIC ed AIA. Le richieste sono state accompagnate da una lettera indirizzata al Commissario Straordinario della F.I.G.C., dott. Roberto Fabbricini, sottoscritta dai Presidenti della Lega Pro, Gabriele Gravina, e della L.N.D., Cosimo Sibilia, nonché dai Presidenti dell’A.I.C. e dell’A.I.A., Damiano Tommasi e Marcello Nicchi. La documentazione è stata inoltrata alla F.I.G.C. via PEC e consegnata in forma cartacea presso la sede federale di Via Allegri n. 14 a Roma.

schermata-2018-05-18-alle-12-11-57

Nazionale U.21: sabato le convocazioni per le amichevoli con Portogallo e Francia

 

dalla redazione

 

Ultime due amichevoli stagionali per la Nazionale Under 21, che venerdì 25 maggio (ore 17.30 locali, le 18.30 italiane) affronterà allo stadio ‘A. Coimbra Da Mota’ di Estoril i padroni di casa del Portogallo per poi far visita martedì 29 maggio (ore 21) alla Francia allo stadio ‘Léo Lagrange’ di Besancon.

Prosegue quindi la marcia di avvicinamento al Campionato Europeo che l’Italia ospiterà nel giugno 2019 e a guidare gli Azzurrini sarà ancora una volta Luigi Di Biagio, che torna sulla panchina dell’Under 21 dopo aver ricoperto il ruolo di commissario tecnico della Nazionale maggiore in occasione delle amichevoli di marzo con Argentina e Inghilterra.

Sabato 19 maggio verrà diramata la lista dei convocati, con gli Azzurrini che si raduneranno lunedì 21 maggio a Roma e mercoledì 23 partiranno alla volta del Portogallo.

Il programma

Lunedì 21 maggio
Raduno entro le ore 12.30 presso Mancini Park Hotel-Roma
h. 12.00 incontro con la Stampa in Hotel (il Tecnico)
h. 17.00 allenamento (aperto Stampa)

Martedì 22 maggio
h. 10.00 allenamento (chiuso)
h. 13.15 incontro con la stampa in Hotel (calciatori)
h. 17.00 allenamento (aperto)

Mercoledì 23 maggio
h. 10.00 allenamento (chiuso)
h. 20.15 partenza volo per Lisbona e trasferimento presso Hotel ‘Quinta da Marinha’ – Cascais

Giovedì 24 maggio
h. 13.15 (l.t.) incontro con la stampa in Hotel (il Tecnico)
h. 17.30 (l.t.) allenamento MD-1 presso Stadio ‘A. Coimbra Da Mota’- Estoril – (aperto Stampa primi 15 minuti)

Venerdì 25 maggio
h. 10.00 allenamento (chiuso)
h. 17.30 (l.t.) gara amichevole PORTOGALLO-ITALIA Stadio ‘A. Coimbra Da Mota’ – Estoril. Al termine della gara incontro con la Stampa

Sabato 26 maggio 
h. 14.10 (l.t.) partenza volo Lisbona/Ginevra e trasferimento presso Hotel “IBIS” – Besançon

Domenica 27 maggio
h. 13.15 incontro con la stampa in Hotel (calciatori)
h. 17.00 allenamento (chiuso)

Lunedì 28 maggio
h. 13.15 incontro con la stampa in Hotel (il tecnico)
h. 17.00 allenamento MD-1 presso ‘Stade Léo Lagrange’ – Besançon – (aperto Stampa primi 15 minuti)

Martedì 29 maggio
h. 10.00 allenamento (chiuso)
h. 21.00 gara amichevole FRANCIA-ITALIA ‘Stade Léo Lagrange’ – Besançon. Al termine incontro con la stampa e trasferimento presso Hotel ‘Movempick’ – Losanna

Mercoledì 30 maggio
h. 08.18 partenza treno diretto Losanna/Milano
h. 11.50 partenza volo AZ Ginevra/Fiumicino

schermata-2018-05-18-alle-12-15-13

Coppa Italia Femminile: le Viola conquistano la finale

 

di Martina Renna

 

La Fiorentina batte il Bari 3-1 e vola in finale di Coppa Italia. Dopo il doppio vantaggio del primo tempo, nella ripresa le viola hanno controllato la gara, portando a tre le marcature nel finale di partita con Alia Guagni. Nel recupero arriva il gol della bandiera delle pugliesi con Antonella Marrone, ma non basta per vincere la partita. L’altra semifinale tra Brescia e Tavagnacco, si giocherà il 22 maggio.

 

schermata-2018-05-18-alle-10-26-23

Pordenone-Rossitto: è finita

 

di Maurizio Elviretti

 

Tra il Pordenone e l’allenatore Fabio Rossitto è separazione. Il club del presidente Lovisa, sempre molto ambizioso e al lavoro per trovare la miglior soluzione possibile, ha deciso che il futuro della panchina non sarà più in mano a Rossitto. Entro fine maggio, comunque, il numero uno del club friulano sceglierà il nuovo allenatore.

schermata-2018-05-18-alle-10-19-55

Lupa Roma: via il diesse Musa

 

di Maurizio Elviretti

 

La Lupa Roma ha ufficializzato la separazione consensuale con il direttore sportivo Carlo Musa che, a partire da oggi, non sarà più il ds della prima squadra: “Ringrazio la società per la fiducia accordatami ed auguro al club le migliori fortune. Abbiamo preso questa decisione di comune accordo e valuterò nelle prossime settimane la migliore soluzione per il mio futuro professionale”

schermata-2018-05-18-alle-10-15-20

Calvi Noale: panchina a Vianello

 

di Maurizio Elviretti

 

Dopo la retrocessione a Noale si cambia rotta. Scotta ancora aver perso la serie D per la società del presidente Marco Del Bianco e dopo l’addio dell’allenatore William Pianu, arrivato a campionato in corso al posto di Soncin, la guida della prima squadra è stata affidata a Matteo Vianello, allenatore reduce dalla stagione sulla panchina del Real Martellago e, prima ancora, del Nervesa.

UEFA Under-17 Championship 2018 - Italy v Belgium

Europeo Under 17: l’Italia fa l’impresa e vola in finale

 

dalla redazione

 

Cinque anni dopo la finale dell’Europeo persa ai rigori con la Russia, la Nazionale Under 17 supera 2-1 il Belgio e conquista la seconda finale della sua storia. Domenica a Rotherham (ore 19.15) l’Italia andrà a caccia del suo primo titolo continentale a livello di Under 17 contro l’Olanda, che nell’altra semifinale ha battuto ai rigori i padroni di casa dell’Inghilterra. Dopo 83 minuti ricchi di emozioni al Rotherham Stadium esplode la gioia degli Azzurrini, che saltellano abbracciati al centro del campo e festeggiano un successo sofferto quanto meritato, giunto al termine di una partita dominata nel primo tempo, chiuso sull’1-0, e complicatasi nella ripresa dopo il pareggio di Vertessen. A decidere il match a dieci minuti dal termine la quarta rete in questo Europeo di Edoardo Vergani, un gol capolavoro che premia la caparbietà dell’Italia e le regala una finale tutta da vivere. “I ragazzi sono stati eccezionali – il commento a caldo di Carmine Nunziata – hanno giocato con il cuore e con la testa e sono riusciti a battere un avversario fortissimo. Siamo in finale e adesso faremo di tutto per alzare la Coppa. È stata una bella partita: abbiamo giocato molto bene nel primo tempo, all’inizio della ripresa abbiamo sofferto per via del loro pressing, ma penso che abbiamo meritato la vittoria. Vergani ha segnato un gol splendido, ma è giusto sottolineare lo spirito e la prestazione di tutta la squadra”. Nunziata risolve il dilemma di come sostituire il romanista Riccardi, squalificato per somma di amonizioni, avanzando nella posizione di esterno sinistro il suo compagno di club Greco e sulla stessa fascia piazza l’empolese Samuele Ricci, laterale di centrocampo; Nicolò Fagioli rimane nella posizione di trequartista e a completare la linea del centrocampo ci sono Gyabuaa a destra e Leone play maker. Confermata la difesa che ha prodotto tre ‘clean sheet’, con Russo in porta e Barazzetta a destra, Armini (capitano di giornata) e Gozzi Iweru centrali, Brogni a sinistra. Il primo tempo è un monologo azzurro. L’Italia è padrona del campo e la difesa alta del Belgio è un invito a nozze per Nicolò Fagioli, bravo a muoversi tra le linee e a servire assist al bacio ai compagni: al 12’ il fantasista della Juventus manda in porta Vergani, che elude il fuorigioco e conclude a rete, ma Shinton allunga il piede e salva il risultato. Al 28’ altra ghiotta occasione per gli Azzurrini: Fagioli si invola in contropiede, ritarda il passaggio al centro per Greco e quindi decide di calciare in porta, con un destro a giro che termina di un soffio al lato. Il gol è nell’aria e arriva al 31’ al termine di una splendida azione corale, avviata da un colpo di tacco del solito Fagioli e finalizzata al meglio dal centrocampista dell’Atalanta Manu Gyabuaa, che sul secondo palo raccoglie il cross di Brogni e di controbalzo realizza il suo secondo centro in questo Europeo. La manovra del Belgio è sterile e il più vivace tra i suoi è il talentino della Sampdoria Jamie Yayi Mpie, autore ai quarti di uno dei due gol che hanno eliminato i campioni d’Europa della Spagna. Ma l’Italia non rischia nulla e al 40’ è ancora Vergani, su assist dell’onnipresente Fagioli, a centrare da pochi passi Shinton fallendo il raddoppio. Nei quarti di finale con la Spagna il Belgio è uscito alla distanza, rimontando nella ripresa. La squadra di Siquet prova a ripetere lo stesso copione e, dopo un sinistro a giro di Vandermeulen in apertura che sfiora l’incrocio dei pali, si rende pericolosa per due volte con Vertessen. Al 16’ Vergani, servito da Ricci, calcia a lato e un minuto più tardi il Belgio trova il pareggio con una ripartenza veloce che sorprende la difesa azzurra: Vertessen raccoglie l’invito puntuale di Serra e dall’interno dell’area lascia partire un diagonale rasoterra che trafigge Russo. L’Italia non accusa il colpo e va in avanti alla ricerca del gol che vale la finale. Al 27’ Greco difende il pallone in area e di sinistro impegna Shinton, due minuti più tardi è Russo a salvare il risultato respingendo il sinistro violento di Mpie. Dopo aver inseguito il gol per tutto il match, al 31’ Vergani con uno splendido esterno destro dai 30 metri infila il pallone sotto l’incrocio dei pali e scatena l’entusiasmo dei tifosi azzurri sugli spalti del Rotherham Stadium. L’Italia è in finale, il sogno può continuare.

Italia-Belgio 2-1 (1-0 pt)

Marcatori: 31’ Gyabuaa (I), 57’ Vertessen (B), 71’ Vergani (I)
Italia (4-3-1-2). Russo, Barazzetta, Armini, Gozzi Iweru, Brogni; Gyabuaa, Leone, Fagioli (Colombo 63’), Ricci; Vergani (Rovella 80’), Greco (Vaghi 76’). All. Nunziata. A disp. Gelmi, Semeraro, Mattioli, Ponsi, Cortinovis.
Belgio (4-2-1-3). Shinton, Vandermeulen, Dendoncker (C), Lissens, Masscho, Sierra (Timassi 73’), Raskin, Vertessen, Onana, Lemoine (Doku 64’), Yayi Mpie. All. Siquet. A disp. Vandevoordt, Verschaeren, Sidibe, Sardella, Ramazani, Suray, Persyn.
Arbitro: Thorarinsson (ISL); Assistenti: Kóbor (HUN) e Doynov (BUL)
Ammoniti: Raskin (B), Gozzi Iweru (I), Vandermeulen (B), Gyabuaa (I)
Note: spettatori1500, tempi da 40’.

Risultati e classifica del Gruppo A

Prima giornata (4 maggio)
ITALIA-Svizzera 2-0
Inghilterra-Israele 2-1

Seconda giornata (7 maggio)
ITALIA-Inghilterra 1-2
Israele-Svizzera 0-3

Terza giornata (10 maggio)
Israele- ITALIA 0-2
Svizzera-Inghilterra 1-0

Classifica: ITALIA, Inghilterra, Svizzera 6 punti, Israele 0

Quarti di finale

13 maggio: ITALIA-Svezia 1-0
13 maggio: Inghilterra-Norvegia 2-0
14 maggio: Belgio-Spagna 2-1
14 maggio: Olanda-Repubblica d’Irlanda 1-1 (5-4 d.c.r.)

Semifinali

17 maggio: ITALIA-Belgio 2-1
17 maggio: Inghilterra-Olanda 0-0 (5-6 d.c.r.)

Finale

20 maggio: ITALIA-Olanda (ore 19.15 italiane, Rotherham Stadium)

schermata-2018-05-17-alle-15-00-25

Momento FIGC: si va verso le elezioni

 

dalla redazione

 

Ci siamo, Gravina lo ha dichiarato ieri: “Sta partendo la richiesta per la convocazione dell’assemblea elettiva FIGC”. Le quattro componenti (Lega Pro, LND, AIA e AIC) candidano alla Presidenza della FIGC Giancarlo Abete, uomo di spessore, competenza, ma non certamente un nome nuovo. Ora il Commissario Fabbricini ha una bella patata bollente tra le mani; fare muro contro muro o indire entro novanta giorni le elezioni federali. Certo è che se le quattro componenti sono compatte, con il 73% dei voti non ci sono spazi per altre candidature.

Calcio femminile.

Si è finalmente deciso il luogo dello spareggio Scudetto tra Juventus e Brescia. Si giocherà a Novara il 20 Maggio alle ore 20,30. Dopo le “belle parole” dell’AD della Juve Marotta nei confronti della LND e del Dipartimento femminile, non si è fatta attendere la replica di Sibilia e Morgana che piccati hanno risposto per le rime. Sibilia non ha digerito lo scippo subito, dalla FIGC, del calcio femminile che dalla prossima stagione sarà di sua pertinenza. La Lega di A gestirà il Campionato di Serie A femminile, mentre la Lega Pro quello di Serie B. Non dimentichiamo due aspetti: il primo è che questo passaggio era nel programma elettorale dell’AIC di Tommasi e il secondo riguarda le dodici società di Serie A che presentando un dossier dettagliato di accuse contro la LND e Il Dipartimento Femminile ha fatto il resto. Sibilia non l’ha certamente presa bene, ma è evidente che lo stesso interesse mostrato in questo periodo per il movimento rosa, non è stato mostrato la scorsa stagione, quando alla gara decisiva per l’assegnazione dello Scudetto Fiorentina-Tavagnacco, giocato al Franchi davanti agli oltre undici mila spettatori, al Ministro Lotti, al DG della FIGC Michele Uva e al Presidente Andrea Della Valle, l’allora Sen. Sibilia non era presente.