Benevento, stregaci

Ivano Pastore, ds del Benevento

 

di Filippo Gherardi

 

Benevento scatenato sul mercato. Dopo un’annata, l’ultima, che resterà in archivio come la seconda consecutiva in cui con la compagine giallorossa ha mancato l’accesso ai play-off, il presidente Vigorito ha deciso di aprire, nuovamente, i rubinetti e di affidare ai propri dirigenti, primo fra tutti il nuovo direttore sportivo Ivano Pastore, il compito di rinforzare a suon di colpi di mercato la rosa. Detto fatto, Pastore e soci sono stati grandi protagonisti negli ultimi giorni per quel che riguarda il calciomercato di Lega Pro. Certo, l’estate è ancora lunga ed il mercato è appena iniziato, ma per il momento il Benevento si sta segnalando per una serie di acquisti davvero significativi. Procedendo con ordine, abbiamo innanzitutto chiesto ad Ivano Pastore di commentarci l’arrivo, formalizzato la scorsa settimana, dalla Reggina dell’attaccante Alessio Campagnacci: «Ad inizio mercato abbiamo stilato una lista di nomi, ponendoci delle priorità sui giocatori da acquistare. Campagnacci era senza dubbio uno di questi. È stata una trattativa rapida, portata a termine con poche difficoltà. Stiamo parlando, inoltre, di un giocatore molto esperto malgrado abbia soltanto ventisei anni». Da un attaccante all’altro, tre giorni dopo l’annuncio di Campagnacci è arrivata la notizia del ritorno a Benevento di Felice Evacuo. L’attaccante di Pompei ha già indossato la maglia degli “stregoni” dal 2008 al 2011, mandando a referto trentadue gol in sessantasette partite complessive: «In questo caso è stato molto bravo il nostro presidente a mantenere ottimi rapporti con il giocatore in questi ultimi anni. A dimostrazione di quanto Evacuo volesse tornare a Benevento, basti pensare che ha accettato la nostra proposta di contratto annuale pur avendo, da parte di altre società, diverse offerte pluriennali. Stiamo parlando di un gran giocatore, che nelle ultime stagioni è sempre andato in doppia cifra. Speriamo possa ripetersi anche quest’anno». Se Pastore ha avuto modo di avere in squadra con se Evacuo già nella passata stagione alla Nocerina, nel caso di Guido Di Deo si tratta invece di una “prima volta” che lo stesso direttore sportivo ci commenta così: «Tra tutti gli acquisti fin qui portati a termine, quello di Di Deo per me è senza dubbio il più significativo. Era in cima alla nostra lista, trattandosi di un centrocampista di grande esperienza e duttilità. Da quando ho iniziato questo lavoro ho sempre voluto prenderlo nelle mie squadre, ed ora finalmente ci sono riuscito». Trattative importanti quelle portate a termine, trattative importanti quelle in corso e in cui, in un modo e nell’altro, figura anche il nome del Benevento. Tuttavia è sempre Pastore a fare chiarezza su quali, realmente, siano da considerarsi fattibili: «Partendo da Zima, è un portiere che ci interessava ma la richiesta economica del Genoa è troppo alta e saremo costretti a dirottare su un altro nome. Per la difesa si sono fatti i nomi di Filosa e Di Maio, ma se nel primo caso confermo che c’è stato un contatto e che il giocatore ci interessa, nel secondo smentisco possibili trattative. Di Maio è un ottimo giocatore, ma non c’è nulla. In chiusura, per quel che riguarda Di Roberto (Cittadella) stiamo parlando di un grandissimo attaccante, che oltretutto si sposerebbe alla perfezione con il modulo tattico voluto dal nostro allenatore. Purtroppo, però, si tratta di una trattativa molto difficile, e ad oggi non mi sento di poter essere troppo ottimista».

 

® Riproduzione Riservata

 

 

 

 

 

 

 

 

Un pensiero su “Benevento, stregaci

  1. Pingback: Sannio Futsal Soccer – Tutto il Calcio five del Sannio – Benevento, stregaci

Lascia un Commento