La Serie B incontra i diversamente abili del proprio territorio

 

Spezia ha organizzato un torneo di biliardino con tanto di trofeo, a Trapani invece la partita si è disputata su varie discipline mentre a Catania la sfida è andata in scena sotto canestro. A Bologna invece giocatori e diversamente abili hanno passeggiato insieme per la città in modo da verificare lo sforzo nell’abbattimento delle barriere architettoniche, mentre a Lanciano la squadra si è fermata a cena con i ragazzi dell’Anffas.

Si è svolto oggi nelle città della Serie B il terzo appuntamento di Un Giorno per la nostra città, dedicato alla diversa abilità. Centinaia fra atleti, tesserati e staff tecnici hanno dedicato, insieme al proprio territorio, la giornata ai temi legati alla riduzione delle capacità motorie e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Si tratta di attività concordate con le Amministrazioni Comunali, svolte in centri, campi e auditorium all’interno dei quali giocatori e ragazzi con disabilità hanno giocato, si sono divertiti e hanno assistito a un allenamento concretizzando insieme il messaggio di integrazione che da sempre lo sport promuove.

A Bari i giocatori si sono confrontati con gli ospiti di una struttura sulle problematiche legate alle barriere architettoniche a Crotone, Pescara, Carpi, Terni, Modena, Cittadella e Livorno ma anche ad Avellino e Vercelli hanno visitato centri per diversamente abili. A Varese la squadra ha fatto tappa a un centro di formazione e inserimento lavorativo. Attività ludiche con coinvolti calciatori e ospiti a Frosinone, Vicenza e Latina. A Brescia alcuni ospiti erano presenti sugli spalti del Rigamonti per assistere all’allenamento e dimostrare l’assoluta assenza di barriere architettoniche. A Chiavari venerdì 23 gennaio il campione del mondo di handbike intratterrà ospiti e calciatori. Iniziativa posticipata anche a Perugia: si svolgerà mercoledì 28.

Come detto si tratta del terzo incontro in questa stagione, dopo quello del 5 novembre dedicato ai bambini e del 10 dicembre rivolto alla terza età. Un Giorno per la nostra città è un progetto pensato da Lega Serie B con l’obiettivo di aderire al principio di prossimità e saldare il legame con la propria gente.

Un Giorno per la nostra città è alla seconda stagione ed è promosso da Lega Serie B, con il patrocinio dell’Aic, dell’Aiac e dell’Anci, e prevede che ogni società dedichi un giorno al mese al territorio, da novembre a marzo, impegnandosi a realizzare iniziative a favore dell’infanzia, della terza età e dei diversamente abili, oltre a decoro urbano e integrazione sociale, appuntamenti questi ultimi due previsti rispettivamente il prossimo 18 febbraio e 25 marzo.

Lascia un Commento