Lega Serie B: presentato a Expo il progetto ‘I semi dell’etica’

 

Piantare oggi un seme nella coscienza dei ragazzi attraverso lo sport, significa far crescere cittadini etici domani. “I semi dell’etica” è il progetto presentato a Expo 2015 da Lega B, Associazione centri sportivi italiani e Movimento per l’Etica e lo sport. Si tratta di un piano educativo rivolto alle classi prime e seconde superiori di 22 scuole italiane (una per ogni città della Serie B ConTe.it), grazie all’intesa con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, col patrocinio di CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), dell’Università LUISS Guido Carli, della ASD LUISS, della Summer School dell’Università LUISS Guido Carli e con la partnership di Panini.  Il progetto è stato presentato al padiglione KIP International school dell’Onu di fronte a 400 ragazzi dal presidente della Lega Serie B Andrea Abodi, da quello dell’Acsi Antonio Viti e dal direttore sportivo dell’Associazione Sportiva Luiss Paolo Del Bene.

“I cardini etici su cui poggia lo sport sono la lealtà, l’equità, l’amicizia, la tolleranza, il rispetto dei compagni, delle regole e degli avversari – ha detto il presidente della Lega B Andrea Abodi – l’educazione, attraverso le attività sportive, ha quindi un valore di grande importanza, che va preservata e sviluppata. Questo è il numero zero dei ‘Semi dell’Etica’, da estendere alle elementari e medie. Perché prima di costruire palestre, campi, dobbiamo realizzare le fondamenta, rappresentate da quelle infrastrutture immateriali ricavate dalla cultura sportiva”. A parlare con i ragazzi anche Simone Farina, da qualche settimana nell’organico della Lega B: “Vedo nei vostri occhi tanto futuro e speranza. Io sono qui a promuovere i temi del fair play e del rispetto che vi aiuteranno a essere buoni sportivi, ma soprattutto grandi uomini”.

Lascia un Commento