Rita Guarino a Professione Calcio: “Stiamo raccogliendo i frutti del nostro lavoro”

 

di Delfina Maria D’Ambrosio

 

Due vittorie in due gare, 6 gol segnati, uno solo subito  e la Fase Finale dell’Europeo talmente vicina che sembra quasi di poterla toccare con mano. Sono questi i numeri, ed è questo il felice momento, della Nazionale Femminile Under 17 che, impegnata nella Fase Elite, sta confermando il grande valore di una squadra che sembra destinata a fare cose importanti.  Dopo la vittoria  per 4-1 nella  gara d’esordio contro la Grecia, andata in scena martedì, ieri le ragazze di Rita Guarino hanno fatto il bis, battendo 2-0 l’Olanda. Adesso tra le Azzurrine e il biglietto aereo per la Biellorussia (dove si terrà la fase finale dell’Europeo) c’è un ultimo scoglio: la Finlandia. Nella gara conclusiva del girone alle italiane basterà non perdere per avere la certezza della qualificazione. Rita Guarino ci ha parlato in esclusiva delle emozioni che lei e le sue ragazze stanno provando in queste ore: “Siamo felici e c’è entusiasmo, sono risultati che danno morale e che confermano al gruppo che è ormai in grado di lottare con squadre dai valori importanti. Sinceramente mi aspettavo prestazioni del genere, in tutti questi mesi abbiamo lavorato per prepararci al meglio, il risultato è sempre incerto, ma ero convinta che avrebbero affrontato gli impegni dando il massimo. Le sfide con Grecia e Olanda – ha proseguito Guarino – sono state due gare completamente diverse, nella prima abbiamo spinto sull’acceleratore nell’altra abbiamo invece dovuto mantenere alta la concentrazione. Adesso pensiamo alla Finlandia, sarà sicuramente un altro avversario toso e ci aspetta un’altra battaglia”. Tante giovani calciatrici stanno attirando l’attenzione degli addetti ai lavori facendo benissimo con la Nazionale Femminile Under 17. Molte di loro non militano ancora in Serie A, ma non è escluso che possano essere al centro di possibili movimenti di mercato estivi: “Io quello che consiglio alle mie ragazze è di prendersi il loro tempo. Sono giovani, hanno ancora tanto da lavorare e il rischio della Serie A è quello di non trovare spazio. Per loro, in questo momento, è giocare il più possibile e con continuità”.

Lascia un Commento