Focus Lega Pro: la 25esima giornata

 

 

 

 

 

 

 

di Maurizio Elviretti

 

La venticinquesima giornata del campionato Lega Pro registra un’impennata sulla casella dei gol realizzati. Infatti nel weekend appena passato la rete è stata gonfiata ben 77 volte, tre volte in meno del record stagionale fermo alla settima giornata con 80 gol. Per gli appassionati della “matematica” da registrare anche lo stesso andamento “in schedina” dei girone B e C. Infatti per entrambi sono quattro le vittorie interne ed esterne e due i pareggi. Nel girone A invece domina il segno “1”, uscito sei volte, con due pareggi e due vittorie ospiti. Partendo dal nord, arriva la terza sconfitta stagionale dell’Alessandria, che cade ancora una volta lontano dal Moccagatta. Questa volta gli uomini di Braglia sono stati fermati al Sinigaglia di Como per 2-1. Delle grandi però ne approfitta solo il Livorno che supera per 3-1 un Olbia alla terza sconfitta consecutiva, mentre Arezzo e Lucchese si spartiscono la posta in palio in un match senza reti e con poche emozioni. Ancora uno scivolone per la Cremonese, ormai sempre più in crisi. I grigiorossi crollano per 3-0 sotto i colpi di un Piacenza sempre più formato playoff. Chi invece la crisi la scaccia è il Siena che si aggiudica il derby col Prato per 2-1. Pareggio rocambolesco invece tra Renate e Viterbese. Finisce 2-2 con ben tre tiri dal dischetto, tutti realizzati. In zona salvezza punti pesanti per le tre toscane Tuttocuoio, Pontedera e Carrarese. I primi espugnano il campo della Giana Erminio (0-1), il Pontedera supera per 1-0 il Pro Piacenza, mentre la Carrarese vince il derby contro la Pistoiese (2-1). Il terzo derby di giornata, questo capitolino, se lo aggiudica la Racing Roma in casa della Lupa Roma per 0-2. Per gli uomini di Giannichedda la salvezza adesso non è più un miraggio. Passando al girone B, poche le sorprese, soprattutto nelle parti alte di classifica. Vincono infatti Venezia, Parma e Pordenone. La banda Inzaghi espugna il Saleri di Lumezzane per 2-1, mentre i ducali vincono all’Atleti Azzurri di Bergamo contro l’Albinoleffe per 0-1. I ramarri di Tedino, dopo la sconfitta della scorsa settimana contro il Parma, ritornano al successo imponendosi sulla Maceratese per 2-1. Pareggiano Padova e Reggiana. I biancoscudati vengono fermati sull’1-1 dal Gubbio, mentre, con lo stesso risultato, il Sudtirol ferma la Reggiana. Frena inaspettatamente il Bassano, al primo stop del 2017. Gli uomini di D’Angelo prendono tre schiaffi in casa del Santarcangelo, vera rivelazione di questo campionato. Perde anche la Sambenedettese: al Delle Palme passa il Forlì per 2-1. In chiave salvezza, successi importanti per Modena e Mantova. I canarini battono 2-1 l’Ancona, condannando i dorici alla quarta sconfitta consecutiva, mentre i lombardi espugnano per 0-1 il campo della FeralpiSalò. Infine chiudiamo col girone C dove continua il duello con sorpassi e controsorpassi tra Foggia, Lecce e Matera. La nuova capolista è il Lecce che batte 2-1 il Siracusa e ritorna in vetta anche grazie al ko inaspettato del Foggia allo Iacovone di Taranto (1-0). Subito dietro ai satanelli ecco il Matera che perde per 3-2 contro una grandissima Virtus Francavilla. Con questa vittoria i salentini blindano il 1uinto posto e si portano a sole tre lunghezza da una Juve Stabia sempre più in crisi. Le vespe, dopo le due sconfitte consecutive, non vanno oltre l’1-1 contro l’Unicusano Fondi e portano a casa il secondo punto nelle ultime quattro gare. La sfida tra le due giallorosse Messina e Catanzaro se lo aggiudica la formazione siciliana per 2-1. Per gli uomini di mister Lucarelli si tratta del quarto successo casalingo consecutivo. A Vibo Valentia la cura Campilongo funziona. 1-2 alla Casertana e addio fondo della classifica, grazie anche alla vittoria della Fidelis Andria contro il Melfi nuovo fanalino di coda. Per la truppa di mister Favarin si tratta del diciassettesimo risultato utile consecutivo. Vince in trasferta anche la Paganese che supera all’inglese il Monopoli (0-2). Ma il vero risultato a sorpresa di giornata è sicuramente quello scaturito all’Esseneto di Agrigento, dove i padroni di casa dell’Akragas superano il Catania per 2-1. Per i ragazzi di Di Napoli si tratta della prima vittoria in questo 2017. Chiudiamo infine col derby del Monday Night tra Cosenza e Reggina. Al triplice fischio finale è 2-2, con gli amaranto che restano ancora nelle zone pericolose con 23 punti, in piena zona playout.

Lascia un Commento