Calcio a 5 Femminile: Ieri l’incontro tra le regine della Final Eight e il presidente Malagò

 

Prestigioso pomeriggio “istituzionale” per il mondo del futsal italiano quello di ieri. Accompagnate dal presidente della Divisione Calcio a cinque, Andrea Montemurro, le società vincitrici della Final Eight di Coppa Italia di Serie A2, Serie A Elite e Serie A femminile – nell’ordine Italservice Pesarofano, Olimpus Key Partner Roma e Real Sandos – sono state ricevute al Coni dal presidente Giovanni Malagò.

Il numero 1 dello sport italiano, che ha voluto complimentarsi personalmente con le squadre vincitrici, rappresentate da atleti, allenatori e dirigenti, per il traguardo raggiunto, ha ricordato i suoi trascorsi nel calcio a cinque, sia a livello sportivo (ha vinto tre Scudetti e quattro Coppe Italia) sia a livello di aneddoti. “Per candidarsi a diventare presidente del Coni, per legge dello stato devi avere almeno uno di questi tre requisiti”, ha spiegato Malagò, “Per prima cosa devi essere o stella d’oro o collare d’oro al merito sportivo, secondo devi essere stato o Presidente o vice presidente di una federazione o membro di giunta, terzo devi essere stato un nazionale di una disciplina riconosciuta dal Coni. Quando ho riempito il modulo, sono stato il primo presidente del Coni che era orgoglioso di avere tutti e tre i requisiti. E se avevo il terzo è grazie al calcio a cinque…Quando mi chiamano per il calcio a cinque sono sempre felice di esserci”.

Il presidente Montemurro, al fianco del presidente del Coni, ha ricordato come tutte le “gesta” delle squadre presenti al Salone d’Onore abbiano goduto di un’ampia visibilità televisivo, grazie agli accordi sottoscritti con  diverse realtà. Tra queste noi di Professione Sport siamo orgogliosi di aver curato la diretta della Final Eight di Serie A Elite e di aver trasmesso in differita finali e semifinali della Serie A. “Finalmente siamo sbarcati in maniera molto forte in tv”, ha detto Montemurro rivolgendosi al numero uno dello sport italiano.

Lascia un Commento