Dipartimento calcio femminile LND e Cr Friuli VG incontrano le società

 

Ieri nella sala riunione CONI all’interno dello stadio Friuli di Udine, il Vice Presidente della Lega Nazionale Dilettanti con Delega al calcio femminile Sandro Morgana ha incontrato le società del Friuli Venezia Giulia. Hanno partecipato il Presidente e il Vice Presidente Vicario del CR Friuli VG Ermes Canciani e Flavia Danelutti insieme ai segretari del Cr e del Dipartimento femminile LND Maddalena Maicus e Patrizia Cottini, ed a tutti i rappresentanti delle componenti federali del Comitato Regionale. La grande partecipazione dei sodalizi regionali ha evidenziato la grande voglia di calcio femminile che c’è nel Friuli Venezia Giulia. Il Presidente Ermes Canciani ha aperto la serie d’interventi: “La nostra regione ha problemi innegabili di diffusione della disciplina. Fa male pensare che abbiamo 302 calciatrici che fino ai 16 anni possono giocare in squadre miste ma dopo non possono più continuare perché non ci sono società. Ma sono fiducioso, ci sono segnali positivi e la collaborazione con il Dipartimento della LND è fondamentale per invertire la tendenza”. Sandro Morgana è entrato subito nel cuore del tema: “Questi momenti d’incontro scaturiscono da una necessità di dialogo con il territorio, con quella parte del paese in cui il calcio femminile è più in sofferenza. Per fare uno scatto in avanti dobbiamo partecipare insieme per costruire un nuovo progetto. Prima di fare è necessario ascoltare le istanze di chi crede nel calcio femminile e lavora ogni giorno sul campo in mezzo a mille difficoltà. La riunione di oggi fa parte di quel percorso che sta compiendo il Dipartimento attraverso tutta l’Italia per capire le criticità. I primi tasselli li abbiamo già posti, le basi ci sono, dobbiamo procedere su questa strada. Questa regione ha le potenzialità per fare bene. L’evento che organizzeremo a Udine il prossimo autunno sarà una prima pietra da porre per rifare le fondamenta del calcio femminile in Friuli Venezia Giulia grazie all’impegno importante del Comitato Regionale”.

Lascia un Commento