Albalonga, Chiappara: “Vogliamo la Coppa”

 

di Maurizio Elviretti

 

Archiviato il campionato, l’Albalonga si proietta verso la sua prima e storica finale di Coppa Italia Serie D. Nella splendida cornice del Gino Bozzi di Firenze, sabato la squadra di Roberto Chiappara dovrà vedersela con il Chieri, formazione del girone A che ha chiuso la regular season a 55 punti, gli stessi dell’Albalonga nel girone G. E’ anche vero però che i laziali negli ultimi due mesi hanno gettato a vento tanti punti, portandone a casa solamente tre nelle ultime sette partite. Amaro in bocca per non aver centrato i playoff? L’abbiamo chiesto direttamente a mister Chiappara che, raggiunto ai nostri microfoni ha spiegato: «Forse un po’ di rammarico c’è, ma c’è stato un calo mentale e fisico dopo la qualificazione per la finale di Coppa. Sicuramente potevamo fare meglio, soprattutto sul piano dei risultati. Abbiamo lasciato punti a squadre che con noi hanno poco a che fare. Non siamo stati abbastanza bravi a gestire certe situazioni, più di questo però non me la sento di rimproverare i ragazzi per la stagione svolta. Inoltre, insieme alla società, sapevamo sin dall’inizio di non avere a disposizione un organico per lottare su più fronti, quindi siamo ben felici per come siano andate le cose». Poi il tecnico presenta la sfida di sabato contro il Chieri: «Come tutte le finali sarà una partita impossibile da pronosticare. Vincerà chi avrà maggiori motivazioni e chi troverà per primo il punto debole dell’avversario. Noi siamo orgogliosi di esserci, ma vogliamo portare a casa la Coppa, non possiamo sbagliare un appuntamento così storico per questa società. Per l’Albalonga sarà comunque una grande vetrina». In chiusura una battuta sul futuro: «Credo non sia questo il momento adatto per parlare di fututo. Adesso siamo concentrati per questa finale, poi si vedrà. La dirigenza comunque è a conoscenza delle mie volontà».

Lascia un Commento