Pistoiese, Indiani: “Vogliamo mettere le basi per un futuro solido”

 

di Maurizio Elviretti

 

Come già annunciato nell’articolo di questa mattina, la Pistoiese ha scelto Paolo Indiani come suo nuovo allenatore. Il tecnico, nativo di Certaldo, ha dato l’addio al Pontedera poco più di un mese fa, e con tutta probabilità (a meno di clamorose sorprese sulla formazione dei gironi) se lo ritroverà di fronte da avversario. L’annuncio è arrivato durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo direttore sportivo degli arancioni, Lorenzo Vitale (figlio di Giuseppe Vitale, ex dg di Empoli e Pisa). Dopo essere stato accostato a Siena e Arezzo, Indiani ha accettato la chiamata del presidente Orazio Ferrari, tornando casualmente sulla panchina dell’ultima squadra allenata prima di inaugurare il ciclo vincente con il Pontedera. Indiani arrivò alla Pistoiese nel novembre 2011, quando gli arancioni erano ultimi in classifica in Serie D, e li portò alla salvezza. L’esperienza durò pochi mesi e a fine stagione l’allenatore arrivò a Pontedera, insieme al direttore generale Paolo Giovannini. Per capire le emozioni di questo ritorno, abbiamo raggiunto telefonicamente mister Indiani, che ha così commentato: «Ringrazio la Pistoiese per questa opportunità. Sono molto felice di essere tornato qui, una piazza importante che già in passato ha saputo darmi tanto. Ringrazio anche il Pontedera, ho passato e vissuto anni incredibili, ma era giunto il momento di fare nuove esperienze». Chiediamo poi al tecnico cosa l’ha spinto ad accettare l’offerta degli arancioni: «Questa è una piazza ambiziosa, che deve migliorare il suo recente passato. Nella scorsa stagione ha conquistato una sofferta salvezza, arrivando a pari merito col mio Pontedera. Adesso vogliamo ripartire da capo -afferma il mister- e gettare le basi per un futuro più tranquillo. Ho parlato col presidente e mi ha illustrato il progetto, sono rimasto entusiasta ed ho accettato senza pensarci su due volte. Della composizione della rosa non ne abbiamo ancora parlato, ma a breve lavoreremo anche per quello -conclude Indiani- vogliamo arrivare ai nastri di partenza della nuova stagione pronti e convinti di poter far bene».

Lascia un Commento