Gavorrano, Bonuccelli: “Colpe mie al 90%”

 

di Martina Renna

 

Dopo tre stagioni sulla panchina del Gavorrano mister Bonuccelli è stato esonerato. Lo scorso anno la squadra toscana ha conquistato la promozione in Serie C, ma dopo zero punti in sei partite le strade dei rossoblù e del mister si sono separate. Sei sconfitte che hanno compromesso il suo futuro all’interno del club, di fatti Bonuccelli è stato esonerato dopo l’ennesima partita persa il 4 ottobre a Piacenza. Ai nostri microfoni è intervenuto l’ex allenatore esprimendo tutto il suo rammarico per l’abbandono della panchina rossoblù. “Stiamo parlando di una squadra formata da tanti giocatori giovani, e quindi senza esperienza. Nessuno di loro aveva mai giocato in una categoria così difficile. Ci siamo trovati spiazzati, e la promozione in Serie C ha messo tutti in seria difficoltà, facendoci collezionare una sconfitta dietro l’altra. Sinceramente pensavo che la società mi mandasse via prima, invece hanno preferito continuare a darmi fiducia. Poi la decisione è stata inevitabile, quando si perde l’unica persona a pagarne le conseguenze è l’allenatore, fa parte del gioco. Nella prima giornata contro il Livorno potevamo far meglio, ma dopo il vantaggio iniziale abbiamo incassato due gol che cio hanno tagliato le gambe. Le responsabilità maggiori sono del mister, ma anche episodi causati dai singoli possono compromettere l’andamento delle partite. In queste prime giornate c’è andato tutto male, a partire dai risultati negativi accumulati. So che la società si sta muovendo sul mercato, e a gennaio dovrà fare del suo meglio per rinforzare la rosa. Un giocatore già è stato preso, ma ora serviranno gli innesti giusti per far crescere la squadra, anche se il livello morale non è dei migliori. Il Gavorrano è un club valido e può ancora lottare per la salvezza. Nonostante questo c’è molto rammarico per il mio abbandono dopo anni sulla panchina toscana, ma questi sono dettagli.” Nel frattempo il Gavorrano ha deciso di affidare la guida della propria squadra a Giancarlo Favarin, ex Venezia e Fidelis Andria, che nell’esordio di domenica ha subito rimediato una sconfitta.

 

 

 

Lascia un Commento