LND, Lega Pro, Aic e Aia ricorrono al Collegio di Garanzia dello Sport.

 

dalla redazione

 

E’ stato depositato al Collegio di Garanzia dello Sport presso il CONI, dopo la rituale notifica alle controparti, il ricorso proposto da 130 Delegati Assembleari della FIGC, in rappresentanza delle Società di Lega Pro e LND, nonché dell’AIA e dell’AIC, contro la Delibera del Consiglio Nazionale del CONI di proroga del commissariamento della FIGC fino al 10 dicembre prossimo. Il ricorso è stato patrocinato dall’avvocato Giancarlo Viglione, legale messo a disposizione dei ricorrenti da Lega Pro, LND, AIA e AIC. Le quattro componenti, in occasione dell’ultimo vertice svoltosi a Roma la settimana scorsa, avevano espresso forte contrarierà rispetto alla decisione del Consiglio Nazionale del CONI di prolungare il mandato del commissario Roberto Fabbricini, anche e soprattutto in ragione di una richiesta di convocazione dell’Assemblea Elettiva, formulata dal 73% della base elettorale e depositata il 18 maggio scorso ad oggi ancora priva di riscontro, e necessaria per ripristinare la gestione ordinaria della FIGC. La delibera del Consiglio Nazionale era stata contestata dalle quattro componenti anche rispetto alla giustificata necessità di adeguare lo Statuto Federale a quello del CONI e ai nuovi principi informatori, nonostante gli stessi siano ancora privi di efficacia costitutiva, perché non ancora vagliati dall’Autorità Vigilante. In tale contesto, pertanto, si inquadra il proposto ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport presso CONI.

Lascia un Commento