Serie A femminile: cade il Milan, la Juve ringrazia e scappa

 

dalla redazione

 

La Juventus di Rita Guarino non arresta la sua marcia e risolve la partita contro il Florentia con un 3-0. A Torino il match lo sblocca un autogol di Dongus all’11; le altre due reti (Girelli e Cernoia su rigore) arrivano negli ultimi quattro minuti di gara. Le bianconere vincono la prima gara casalinga del 2019 e allungano in vetta: ora sono prime a 34 punti, a +4 sul Milan, sconfitto nel posticipo contro la Fiorentina. Ad aprire la tredicesima giornata di Serie A è però la Roma di Betty Bavagnoli, che con la netta vittoria sul Tavagnacco si conferma dopo i tre punti in rimonta del turno precedente, allunga a quattro la striscia di risultati utili consecutivi (non perde dalla sfida con il Milan dello scorso dicembre) e rientra dalla trasferta friulana con il quarto posto in classifica (in solitaria, vista la sconfitta del Florentia in casa della Juve). Il 5-0 giallorosso lontano dal Tre Fontane lo firmano Ciccotti, Greggi, Serturini, Pugnali e Simonetti. Vince anche l’Hellas Verona in casa con l’Orobica, con le reti di Rus, Ambrosi, Pasini e Dupuy; a nulla servono quelli delle bergamasche Luana Merli e Fodri: la formazione lombarda ora è fanalino di coda in classifica con cinque punti e una sola vittoria stagionale. Il secondo successo in campionato invece lo centra il Pink Sport Bari, che nello scontro diretto per la salvezza con il Chievo Verona, si impone per 3-1 (gol di Luijks e doppietta di Lazaro) e lo aggancia a quota sette. Unico pareggio – senza reti – di giornata quello tra Sassuolo e Atalanta Mozzanica. Le emiliane restano a quota 19 e le bergamasche a 15 insieme al Tavagnacco. Il big match della tredicesima giornata di campionato tra Fiorentina e Milan si tinge di viola: la squadra di Antonio Cincotta vince 4-0 in casa, sale a 28 punti in classifica e si porta a -2 dalle rossonere con una partita da recuperare (la sfida con il Pink Bari sarà rigiocata il prossimo 5 febbraio). Il poker delle padrone di casa inizia al 35’ del primo tempo, quando l’arbitro punisce con l’espulsione e il calcio di rigore il fallo di mano della rossonera Fusetti in area. Dal dischetto Parisi non sbaglia e mette in rete il gol del vantaggio viola. Il Milan rientra in campo in inferiorità numerica nella ripresa, ma sono gli errori individuali che pesano sul bilancio della gara. Prima Giacinti sbaglia la rete del pareggio; poi l’errore di Korenciova in uscita costa alle rossonere la seconda rete, firmata da Bonetti a distanza ravvicinata. L’attaccante viola si ripete poi al 75’, con un diagonale rasoterra che mette alle spalle del portiere del Milan il 3-0. La squadra di Carolina Morace sembra non reagire più e al 78′ concede il gol del poker, messo a segno da Guagni con un gran pallonetto di testa. Primo ko in campionato per il Milan di Carolina Morace, che dovrá rialzarsi giá dal prossimo turno contro il Sassuolo.

Lascia un Commento