Domani a Roma il 43° Congresso UEFA, prima volta in Italia

 

di Maurizio Elviretti

 

Ultimi preparativi a Roma in vista dei lavori del 43° Congresso Ordinario UEFA che giovedì 7 febbraio, all’Hotel Cavalieri Hilton, riunirà per la prima volta in Italia i massimi rappresentanti delle 55 federazioni calcistiche affiliate. Alla sessione, presieduta dal numero uno della UEFA Aleksander Čeferin, farà gli onori di casa il presidente della FIGC Gabriele Gravina; previsti inoltre gli interventi del presidente FIFA Gianni Infantino, del presidente del CONI Giovanni Malagò e, in rappresentanza del Governo italiano, del Ministro dello Sport Giancarlo Giorgetti. L’inizio dei lavori è previsto alle ore 9.30, per concludersi intorno alle 13.00. Tra i punti all’ordine del giorno, l’elezione del Presidente UEFA per i prossimi quattro anni – con Čeferin unico candidato – e inoltre di 8 dei 16 membri del Comitato Esecutivo, dei membri del Consiglio FIFA tra cui due vicepresidenti, e la ratifica del nuovo e secondo rappresentante ECA (European Club Association) che affiancherà Andrea Agnelli nel Comitato Esecutivo UEFA. Come di consueto, il congresso sarà preceduto dalla riunione del Comitato Esecutivo, in programma oggi alle 13.30, la cui agenda prevede l’approvazione dei regolamenti per l’edizione 2019/20 delle competizioni UEFA Champions League (2019/20), UEFA Europa League, UEFA Youth League, UEFA Women’s Champions League, UEFA Futsal Champions League, e Super Cup 2019; l’approvazione del format per la Fase finale UEFA EURO Under 21 (biennio 2019/2021); il Memorandum di intesa UEFA / ECA; la UEFA Strategy per il periodo 2019-24, la Women’s football strategy e infine l’aggiornamento sull’organizzazione di UEFA EURO 2020.  Sempre oggi, alle ore 18.00, si terrà un incontro informativo con il designatore arbitrale UEFA Roberto Rosetti, che spiegherà le modalità di utilizzo del VAR nella fase a eliminazione diretta della UEFA Champions League.

Lascia un Commento